9 commenti

  1. CCC

    Scriviamo come adulti e dimentichiamo di scarabocchiare. Sbagliamo! Lasciando morire il bambino che è in noi, non abbiamo più i pesi per equilibrare la bilancia. 🙂

  2. monica

    Calvino voleva significare che la fantasia è come la pioggia, cioè nella nostra mente quando diamo libero sfogo alla fantasia: è come se ci fosse una pioggia di immagini e pensieri nella mente…arriva come la pioggia
    “A Cosimo venne l’idea di chiedere a ognuno che scrivesse sul quaderno la cosa che gli sarebbe piaciuta di più. E di nuovo ciascuno andava a metterci la sua, stavolta tutto in bene: chi scriveva della focaccia, chi del minestrone; chi voleva una bionda, chi due brune; chi gli sarebbe piaciuto dormire tutto il giorno, chi andare per funghi tutto l’anno; chi voleva una carrozza con quattro cavalli, chi si contentava di una capra; chi avrebbe desiderato rivedere sua madre morta, chi incontrare gli dei dell’Olimpo: insomma tutto quanto c’è di buono al mondo veniva scritto nel quaderno, oppure disegnato, perché molti non sapevano scrivere, o addirittura pitturato a colori. Anche Cosimo ci scrisse: ….” (da Il Barone Rampante – Italo Calvino)

  3. valentina

    Hai perfettamente ragione. La fantasia viene dal nostro essere: un tesoro che portiamo dentro di noi ….
    Ho 40 anni ormai ma per certi versi mi sento ancora una bambina dentro, la mia gioia sono le mie figlie e a loro ricordo sempre di esprimere la loro fantasia e di credere nei loro sogni.

  4. Filosofi per caso

    …la mamma mi ha insegnato che ci sono cose che non dovrebbero scolorire mai e se lo fanno è perché non c’è autentica bellezza…

    Che dire Antonella, il tuo scritto è meraviglioso!!!! ^_^

    Cara E. …40 anni e non capire…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.