8 commenti

  1. CCC

    Non ho visto il film, ma era già nell’elenco “Prossimamente” e forse non dovrei commentare, ma le riflessioni a margine sono così sensate e umane. “Tutto quello che è stato non sarà mai qualcosa a cui possiamo rinunciare”, niente di più vero, belle domande e ottime risposte, c’è tanto da pensare, ripensare e rivalutare.

  2. Essere se stessi, vivere non perdendosi mai, e usare il rumore del mare per ritrovare la strada di casa … … deve essere un bellissimo film, certamente questo post fa venire voglia di vederlo!
    Grazie

  3. Viky

    Prima di tutto complimenti! Bellissime le foto delle scene scelte ed il film, così poco apprezzato dal pubblico che non ama vedere una sofferenza così assoluta, senza vie d’uscita. Non sempre c’è un lieto fine, non sempre la vita premia, non sempre c’è un riscatto, però può esserci chi si ricorda di noi, anche dopo la morte.
    Anche 21 grammi mi è piaciuto moltissimo.
    Grazie Francesco 🙂

  4. Lillo

    Come si fa a non lasciare niente in sospeso? La vita stessa si sospende e non c’è più tempo per le parole non dette e gli abbracci non dati, ma neppure possibilità di nuove parole.
    Anch’io non avrei dovuto commentare fratè perchè non ho ancora visto il film, sarà la prima cosa che farò al mio rientro, anzi la seconda, prima farò un salto al Tabacchi 😉

    Buon Natale a tutti con un augurio di crescita esponenziale e di belle notizie!!

    Hasta!

  5. Lillo

    Aggiungo i complimenti per la bellissima soluzione grafica, fotogrammi invoglianti la vista del film e che comunicano già da soli emozioni 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.