Sintomatologia dell’effimero

(Immagine Daniele Borgia) Privati dell’utopia di un futuro possibile, incapaci di pensare alle infinite manifestazioni del divenire, viviamo soggiogati dalla sintomatologia dell’effimero. Uno spazio puntuale che non riesce ad evolgere in sequenza lineare. La commedia dell’esistenza va in scena sempre e solo per un giorno concedendoci di ripetere all’infinito sempre la stessa parte oppure di indossare ogni giorno vesti diverse… Read more →

Leggere e/è/o viaggiare

Jacek Yerka Le persone che amano la lettura costruiscono ed aggiornano continuamente, dentro di sé, lunghi o brevi percorsi e sempre nuovi viaggi. Ogni cammino personale nasce dapprima inconsapevole, attraverso l’ascolto: le favole della nonna, le storie della buona notte o i racconti di vita vissuta; prosegue poi attraverso le letture scolastiche compitate e i primi libri “veri”, letti proprio… Read more →

Un filo d’unità

  (Immagine Vasilij Vasil’evič Kandinskij) Che strana sindrome attraversa il pensiero quando si trova solo e senza compagnia. C’è la tendenza a cercare un opposto in ogni ragione e in ogni azione: bene o male, bianco o nero, bello o brutto e così via. Fuggiamo con estrema facilità da quell’unità che non riusciamo ad identificare se non nelle nostre sofferenze terrene.… Read more →