4 commenti

  1. Giancarlo

    Credo la grandezza, la bellezza del bene sia proprio nelle eccezioni. Essere nelle pochissime volte in cui non si è feriti o almeno non abbastanza da sentirsi frustrati e impotenti per l’indifferenza di chi riceve. Non essere e non partecipare alla maggioranza che subisce l’irriconoscenza dell’altro. Non perdersi nell’oblio della mancata condivisione.
    Nutriti solo dal proprio gesto. Dalla bontà del bene che si fa.

Rispondi a Giancarlo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.